| EN | | DE |
| EN | | DE |

03/03/2021

La svolta high tech dello stile di montagna: i tre vincitori dei Lagazuoi WIMA2021

Lagazuoi Winning Ideas Mountain Awards 2021 premia abbigliamento ed accessori del futuro

Un programma ecosostenibile lancia la scarpa da corsa che diventerà uno scarpone da sci, strani “spaceman” con tute high tech si aggirano per le vette, mentre uno scarpone smart analizza come stiamo sciando, permettendoci di migliorare. Ecco il futuro immaginato dalle aziende e dai creativi che hanno vinto – nella categoria dedicata all’Abbigliamento e attrezzature da montagna– il premio ideato da Lagazuoi EXPO Dolomiti, polo espositivo a 2.778 metri di altitudine, tra Cortina e l’Alta Badia.

La seconda edizione dei Lagazuoi Winning Ideas Mountain Awards ha puntato i riflettori su talenti, innovazione, turismo green legati alla montagna. Dando spazio a chi ha valorizzato la montagna come laboratorio di tecnologie, stili di vita e di consumo responsabili e sostenibili.

Il primo classificato è Salomon, con Index.01, simbolo di Play Minded Program, una piattaforma di azioni concrete che riguardano sostenibilità, circolarità produttiva, tutela dell’ambiente; seguono tre studenti del corso di Design Alpino del Politecnico di Milano, ideatori della tuta ASTRO*, e Hawx Ultra Connected, lo scarpone digitale di Atomic.

La cerimonia di premiazione e la mostra con i vincitori troveranno posto nella sede di Lagazuoi EXPO Dolomiti, non appena sarà possibile organizzare eventi in presenza.

Cortina d’Ampezzo, 3 marzo 2021_ La scarpa da running del futuro? Una volta consumata si sbriciola e diventa lo scafo di uno scarpone da sci. Si chiama Index.01 ed è il simbolo tangibile di un progetto molto più ambizioso, Play Minded Program, di Salomon, vincitore assoluto del Lagazuoi Winning Ideas Mountain Awards 2021, categoria Abbigliamento e Attrezzature da montagna.

La seconda edizione del premio, un progetto curatoriale originale di Lagazuoi EXPO Dolomiti, incorona anche altri due progetti, rispettivamente secondo e terzo classificato: ASTRO*, tuta integrale per la montagna sviluppata da alcuni studenti del corso di Design Alpino del Politecnico di Milano, e Hawx Ultra Connected di Atomic, uno scarpone da sci smart in grado di leggere lo stile della sciata. Lo ha decretato la giuria di qualità, composta da studenti membri di Ski Club Bocconi (SDA Bocconi), coordinati dal docente del dipartimento di finanza, prof. Federico Pippo.

Per individuare alcuni dei progetti partecipanti sono stati coinvolti, in qualità di esperti, professionisti del calibro di Luca Castaldini (Sportweek e Gazzetta dello Sport), Marco di Marco (direttore di Sciare) e Maria Corbi (capo settore Società de La Stampa).

I progetti saranno presentati ufficialmente insieme ai vincitori delle altre tre categorie di gara, ovvero Innovazione digitale & app di montagna, Turismo sostenibile di montagna e Produzioni enogastronomiche di montagna. Quando la situazione lo permetterà, il pubblico potrà ammirarli in mostra a Lagazuoi EXPO Dolomiti, presso la stazione di arrivo dell’omonima funivia tra Cortina e l’Alta Badia. Una cornice di assoluta bellezza che ospita una galleria e un polo culturale tra i più alti d’Europa.


I tre vincitori

INDEX.01_Una scarpa che va lontano: così tanto da diventare, a “fine corsa”, una volta consumata e inutilizzabile, il materiale per realizzare lo scafo di uno scarpone da sci alpino. Serviva un oggetto-simbolo che riassumesse visivamente il programma Play Minded Program di Salomon, dedicato all’ecosostenibilità e all’economia circolare. La scarpa ha richiesto 18 mesi di ricerca presso l’Annecy Design Center, ed è perfetta per raccontare una serie di obiettivi concreti. Oltre alla produzione di articoli sostenibili, si parla di tutela dell’ambiente, educazione degli sportivi e – aspetto raramente preso in considerazione - mantenimento del livello di soddisfazione dei dipendenti e in generale dell’organico. Tra i vari impegni assunti, quello di ridurre le emissioni di carbonio di Salomon del 30% entro 2030.

ASTRO*_Una tuta integrale high-tech per sportivi pronti a tutto, riders e amanti degli sport invernali: finalmente un desiderio accessibile, in versione entry level. ASTRO* è stata sviluppata da alcuni brillanti studenti del corso di Design Alpino del Politecnico di Milano, Lorenzo Guslandi, Cristina Pirovano e Alessandra Rota. Il nome è evocativo: indossandola si acquisisce un look da neve all’avanguardia, degno di un’esperienza spaziale. L’ideale per vivere la montagna a 360°, grazie al materiale ultraresistente ed ecosostenibile, in grado di proteggere adeguatamente da freddo, urti e agenti patogeni. Non solo: è equipaggiata con sensori ed accessori integrati nella tuta, combinabili in combo, per realizzare la tuta perfetta in base all’uso. È come indossare una armatura, con la differenza che è leggera, vanta peso e dimensioni ridotti al minimo, e può essere quindi trasportata con comodità.  

HAWX ULTRA CONNECTED_ Lo scarpone diventa digitale. Atomic ha lanciato, grazie alla collaborazione dei tecnici di Altenmarkt con gli esperti di biomeccanica dell'Università di Salisburgo, un prodotto che legge lo stile della sciata in ogni dettaglio. Lo scarpone smart Hawk Ultra Connected, come suggerisce il nome, è in grado di comunicare costantemente: registra con gli speciali sensori interni la performance sciistica, con dati sull’equilibrio, la pressione, l’inclinazione delle curve, tracciandoli e analizzandoli tramite l’App mobile Atomic. Lo sciatore può così tracciare con GPS i percorsi, valutare i propri progressi con dati oggettivi, e perché no, confrontare i risultati con quelli della community.

 

Sviluppo e coordinamento di progetti speciali Lagazuoi Expo Dolomiti e Ufficio Stampa DOC-COM