| EN | | DE |
| EN | | DE |

24/02/2021

La tecnologia che salva il pianeta - le tre idee vincitrici dei Lagazuoi WIMA2021

Nella categoria "Innovazione digitale e App" dei Lagazuoi Winning Ideas Mountain Awards 2021 vincono:

una piattaforma che aiuta le persone ad agire per lottare contro il cambiamento climatico, uno strumento interattivo per esplorare le Alpi cuneesi, una App che permette agli escursionisti di portare con loro la realtà aumentata: sono i progetti che hanno vinto – nella categoria dedicata all’Innovazione digitale & App – il premio ideato da Lagazuoi EXPO Dolomiti, polo espositivo a 2.778 metri di altitudine, tra Cortina e l’Alta Badia.

La seconda edizione dei Lagazuoi Winning Ideas Mountain Awards ha puntato i riflettori su talenti, innovazione, turismo green legati alla montagna. Dando spazio a chi ha valorizzato la montagna come laboratorio di tecnologie, stili di vita e di consumo responsabili e sostenibili.

Il primo classificato è MUGO, che stima l’impatto climatico dello stile di vita di ogni individuo rispondendo ad un breve questionario online, per poi supportare la comprensione, riduzione e l’azzeramento dell’impronta climatica di ognuno, seguito da Cuneotrekking e PeakVisor. La cerimonia di premiazione e la mostra con i vincitori saranno organizzate nella sede di Lagazuoi EXPO Dolomiti, non appena sarà possibile organizzare eventi in presenza.


Cortina d’Ampezzo, 24 febbraio 2021_ Il vincitore dei Lagazuoi Winning Ideas Mountain Awards 2021, categoria Innovazione digitale & App, è un potente antidoto contro un malessere diffuso, soprattutto in tempi di pandemia: l’impotenza di chi, travolto dagli eventi, non sa come reagire. MUGO ci invita, al contrario, ad essere protagonisti, contribuendo in prima persona alla più grande delle sfide, la lotta al cambiamento climatico. La startup italiana ha conquistato la seconda edizione del premio, un progetto curatoriale originale di Lagazuoi EXPO Dolomiti.

Sul podio salgono anche due App, Cuneotrekking e PeakVisor: entrambe rivolgono lo sguardo verso la natura e le montagne, fonti di benessere e di vera e propria guarigione. Lo ha decretato la giuria di qualità composta da studenti di Unimont, Università della Montagna, polo d’eccellenza dell’Università degli studi di Milano, coordinati dalla docente Anna Giorgi.

Per individuare alcuni dei progetti partecipanti sono stati coinvolti, in qualità di esperti, professionisti del calibro di Emiliano Audisio (Wired Next Fest, Frame, progettista di eventi culturali scientifici e tecnologici), Fabio Bogo (direttore Green&Blue, gruppo Gedi) e Jacopo Pertile (fondatore di AzzurroDigitale e licensee di TEDxCortina).

I tre vincitori sono uniti da una comune visione, che riassume appieno il senso di Lagazuoi Winning Ideas Mountain Awards 2021: la tecnologia e l’innovazione possono essere grandi alleate dell’ambiente e del pianeta. E la montagna, laboratorio “estremo” della convivenza tra uomo e natura, è il contesto più adatto dove sviluppare idee e progetti legati alla sostenibilità.

I progetti saranno presentati ufficialmente insieme ai vincitori delle altre tre categorie di gara, ovvero Attrezzatura e abbigliamento di montagna, Turismo di montagna innovativo e sostenibile e Produzioni enogastronomiche di montagna. Quando la situazione lo permetterà, il pubblico potrà ammirarli in mostra a Lagazuoi EXPO Dolomiti, presso la stazione di arrivo dell’omonima funivia tra Cortina e l’Alta Badia. Una cornice di assoluta bellezza che ospita una galleria e un polo culturale tra i più alti d’Europa.

I tre vincitori

MUGO_Il progetto nasce con l’intento di creare la prima generazione ad impatto zero sul clima e supporta chiunque voglia fare la differenza nella lotta al cambiamento climatico, attraverso la tecnologia. Un team di giovani imprenditori ha ideato una piattaforma online per aiutare a restituire alle persone ciò che i sociologi chiamano agency, ovvero il potere di agire sulla realtà cambiandola. Gli utenti rispondono ad alcune domande su abitudini di vita e consumi, per poi ricevere un report personalizzato sulle tonnellate di gas serra che producono annualmente. Acquisita questa consapevolezza, possono ricevere consigli pratici per ridurre le emissioni e finanziare con piccole somme dei progetti certificati che si occupano di ridurre i livelli di CO2 nel mondo. Si può contribuire, ad esempio, alla rinascita di un bosco nel cuore delle Dolomiti colpite dalla tempesta Vaia. Lo stesso nome, MUGO, deriva da un albero del territorio, capace di assorbire grandi quantità di anidride carbonica. In breve, “Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo”.

CUNEOTREKKING_Semplice e lapalissiano: chi frequenta la montagna la ama, e chi la ama la tutela. Cuneotrekking è una App disponibile gratuitamente, nata con l’obiettivo di avvicinare il pubblico al territorio del cuneese. Se il lockdown ha alimentato il desiderio di fare escursioni nella natura, occorre però evitare di concentrarsi sui pochi itinerari noti a tutti. Questo progetto, molto dettagliato, propone più di 500 percorsi da fare sulle Alpi cuneesi: tutto questo è frutto del lavoro del team di Cuneotrekking, portale di riferimento per gli appassionati di montagna, finanziato dall’Associazione per il Turismo Outdoor in provincia di Cuneo. Cuneotrekking rappresenta una case history facilmente replicabile su tutto il territorio nazionale. Una funzione della App permette di registrare le preferenze dell’utente e suggerire quindi percorsi con le caratteristiche che predilige, in termini di tipologia, durata, difficoltà e così via.

PEAKVISOR_La realtà aumentata trasportata tra le vette. Con la fotocamera del proprio smartphone si possono visualizzare tutte le informazioni che ci interessano: nome e altezza delle cime, sentieri, rifugi, castelli, mappatura delle piste da sci e degli impianti di risalita, sentieri. L’azienda Routes Software S.r.l. ha ideato un modo per rendere gite e attività in montagna ancora più stimolanti: una volta scoperto cosa c’è nei dintorni, viene voglia di esplorarlo a piedi, in bici, con gli sci. La App inoltre permette di tracciare il proprio percorso e importare altri percorsi in formato GPX, visualizzandoli nelle mappe 3D. Per funzionare la App non necessita di connessione ad internet: anche nelle aree più sperdute o sulle vette più elevate si può accedere a questo servizio comodamente in modalità offline. Inoltre PeakVisor include una bussola 3D e un altimetro, per misurare ogni picco in vista. Un’altra funzione, "Il diario del viaggio" traccia i risultati della persona, le vette scalate e chilometri fatti. Ciliegina sulla torta, infine, la possibilità di fotografare la schermata in realtà aumentata, con nomi e altitudini delle vette, per condividere il piacere della scoperta con gli amici via social.


Sviluppo e coordinamento di progetti speciali Lagazuoi Expo Dolomiti e Ufficio Stampa DOC-COM